Pad Thai in versione Cocinera

Pad Thai in versione Cocinera

Se si pensa al Pad Thai vi viene sicuramente in mente un delizioso, saporitissimo piatto asiatico a base di noodles di riso.  A rendere questo piatto così speciale sono la combinazione di ingredienti tipici della cucina thailandese, per noi mediterranei così esotici ma per questo ancora più interessanti. E allora diamo vita al piatto thailandese più conosciuto nel mondo! La sua specialità sta proprio nell’avere dentro un unico piatto i principali ingredienti di questa terra lontana. E ora, presentiamo anche un nuovo metodo di cottura per il Pad Thai, cioè la Cocinera. Anche qui, Cocinera vedere il suo lato versatile, che si adatta perfettamente a cucinare cibi provenienti dall’altra parte dell’oceano, senza perdere il loro gusto inconfondibile. Un consiglio: se potete usate sia il pollo che i gamberetti in questa ricetta. Otterrete un Pad thai ancora più originale.

 

Ingredienti per 2 persone:

120 grammi di noodles di riso;  120 grammi di petto di pollo (oppure 60 grammi di pollo e 60 grammi di gamberetti); 60 grammi di tofu fritto; 3 cucchiai di arachidi tostate; 2 cucchiai di salsa di pesce;  1 cucchiaio di succo di lime;  4 cucchiai di olio di semi; un pizzico di aglio in polvere; 1 uovo; 100 grammi di germogli di soia; 1 cipollotto; coriandolo fresco q.b. ; 2 fettine di lime; peperoncini q.b

Preparazione

Fate bollire l’acqua e cuocete i noodles per cinque minuti. Non cuoceteli troppo altrimenti si appiccicheranno. Ora fate scaldare l’olio e mette l’aglio nella Cocinera per 30 secondi, fate attenzione che non bruci. Aggiungere il pollo e cuocere per 1 minuto. Unite il tofu, i gamberetti, il cipollotto tritato e cuocere 1 minuto. Rompere l’uovo e amalgamarlo bene con il resto degli ingredienti. Unire le tagliatelle e cuocere 1 minuto. Dopodiché, aggiungere 2 cucchiai di arachidi tritati finemente e i germogli di soia. Saltare il tutto per 30 secondi. Per completare il piatto, guarnire con le restanti arachidi tritate, il coriandolo fresco i peperoncini e una fettina di lime.

Next Post:
Previous Post:
This article was written by
There is 1 comment for this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *